Kamishibai fai da te…

CON QUESTO POST PARTECIPO AL LINKYPARTY DI C’è crisi c’è crisi

Sabato prossimo, 9 novembre,  terrò la prima presentazione del mio libro DAL PRATO AL CIELO nella Libreria Fantasia di Bergamo. Una data importante per me che, per la prima volta, potrò leggere ai bambini il mio racconto!
Ho pensato a come organizzare il tutto e ho deciso che mentre leggerò la storia, mostrerò ai piccoli ascoltatori le illustrazioni originali che fortunatamente non ho venduto alla casa editrice.
E quale strumento migliore se non il kamishibai? 
Sapete cos’è?

E’ un teatro d’immagini, una forma espressiva tradizionale giapponese di narrazione molto in voga tra gli anni ’30 e ’50 del secolo scorso come teatro di strada. In italiano potremmo chiamarlo “teatro di carta“ ( “kami“ carta e “shibai“ teatro). E’ un piccolo teatrino in legno all’interno del quale un narratore (kamishibaiya) fa scorrere delle immagini disegnate che illustrano una storia in sequenza.
Quindi per l’occasione ne ho realizzato uno usando solo materiale di riciclo…
Una vecchia cassetta della frutta, colla a caldo, il retro di un porta foto, acrilico bianco, un nastro di lino e un paio di sagome di legno..
Ovviamente Folletta ha collaborato…
E per vedere l’effetto finale abbiamo infilato una mia illustrazione…cosa dite?
Vi farò sapere la reazione dei miei lettori!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

15 commenti su “Kamishibai fai da te…”