Come si usano i pastelli morbidi

Per la Festa della Mamma quest’anno ho deciso di creare un’illustrazione molto diversa rispetto a quella dello scorso anno che potete vedere QUI.
I soggetti questa volta sono animali perché le mamme, TUTTE le mamme, hanno nel cuore quell’istinto di protezione che le porta a mettere prima di ogni altra cosa il bene dei propri piccoli.

In più, per la seconda volta, ho l’occasione di vedere un mio disegno trasformato in pasta di zucchero. L’artista di cake design questa volta è Miró di 3gufettisulcomo.blogspot.it  che ha dato forma ai miei colori. Visitate il suo blog per scoprire cosa ha realizzato e ditemi se non ha fatto un lavoro fantastico! Scorrete nei post e vi accorgerete anche voi con che passione realizza le sue dolcezze! Grazie Mirò!

In più colgo l’occasione per darvi qualche dritta sull’uso dei pastelli morbidi e vi mostro alcuni passaggi del mio lavoro.

PROCEDIMENTO
Dopo aver tracciato il disegno su un foglio per acquerello (grammatura 300 e 100% cotone), scegliete i colori con cura. Preparate gli acquerelli e a seconda del tipo di disegno partite con sfondo oppure soggetto. Nel mio caso sono partita dallo sfondo.

Una volta asciugato dipingete i/il soggetto. Io uso per la maggior parte delle volte pennelli sintetici (non uso martora per scelta) a punta tonda. I numeri forse che uso di più sono il 5 e il 7, ma per i contorni e le parti piccolissime mi affido a uno 0,1 e a molta moltissima pazienza.

Gli acquerelli, una volta asciutti, schiariscono molto e vedrete che le tonalità che vi sembravano accese, appariranno molto più flebili e delicate.
Una modalità per intensificare le parti che vi sembrano spente è quella di utilizzare i pastelli morbidi . Io amo particolarmente questi della Rembrant, ma uso anche i Ferrario.

Attenzione, non sono gessetti, la consistenza è molto più pastosa e morbida per l’appunto.

Con mano leggera colorate leggermente il punto che volete intensificare, poi sfumatelo con uno sfumino di carta o con il dito (potete usare anche dei cotton-fiocc).

Prima di utilizzarli in questo modo vi consiglio di fare delle prove su cartoncino ed esercitarvi nelle sfumature. Sono un prodotto meraviglioso e immancabile sul tavolo di un illustratore (ma questa ovviamente è solo la mia opinione).

Con questo post partecipo anche alla raccolta delle #thecreativefactory per #‎thecreativemum
Se cercate idee e spunti fate un giretto a casa di queste blogger…

Alla prossima…

                                                                           Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

34 commenti su “Come si usano i pastelli morbidi”