Come dipingere le ninfee di Monet…tutorial

Eccomi con un nuovo TUTORIAL dedicato all’arte, quella vera per intenderci. Un modo per avvicinare i bambini ai grandi pittori che hanno lasciato tracce importanti attraverso le loro opere.
Il lavoro che vi propongo e’ anche la risposta alla richiesta di una dolce bibliotecaria specializzata in storia dell’arte e che mi ospiterà prossimamente nella sua biblioteca per un laboratorio.
Per la seconda volta affronto insieme a Folletta l’impressionista Monet, uno tra i miei maestri preferiti. I suoi quadri mi incantano e credo che la tecnica impressionista non sia poi così lontana dalla modalità dei bambini di dipingere.
Tratti sovrapposti apparentemente senza ordine, sono in realtà tessere di un puzzle meraviglioso se osservati da una certa distanza.
L’obiettivo è stato mostrare a Folletta come osservando certe opere a una dovuta distanza, colori e tratti in apparenza confusi, delineano figure e immagini nitide e davvero realistiche.
Siamo partite osservando l’opera originale di Monet che Folletta ha scelto sfogliando un libro che amo moltissimo e che vi avevo già mostrato qui…
…e questo è il risultato del nostro studio della tecnica…
Ora tocca a voi!!! Pronti??
MATERIALE OCCORRENTE
– Cartoncino con grammatura 200/300 g con una minima percentuale di cotone (20)
– supporto rigino per fissare il foglio
– nastro adesivo di carta
– tempere a base d’acqua
– pennelli a punta tonda di diverse grandezze
– acqua
PROCEDIMENTO
Partite dallo sfondo che dovrà avere un tono molto tenue e delicato. Miscelate il blu e il bianco con molta acqua. Poi stendete il colore su tutta la superficie del foglio con lunghe pennellate orizzontali. A volte immergete il pennello in acqua e stendete il colore come fosse acquerello.
(Noi usiamo spesso per i colori a tempera bicchierini di plastica tagliati a metà: comodi, pratici e leggerissimi)

 

Adesso passate alle foglie delle ninfee che altro non sono che cerchi sovrapposti. Verde chiaro e nero miscelati saranno la giusta tonalità.

I movimenti sono circolari e fatti con la punta di un pennello. La mano leggera per dare l’idea di tratti a volte solo accennati. Procedete sovrapponendo cerchi con tonalità diverse e più salite verso l’alto del foglio, più le circonferenze dovranno essere piccole per dare al dipinto il senso della profondità.

Ora passate all’acqua usando un pennello a punta piatta ed eseguendo tratteggi orizzontali appena distanziati tra loro con toni dell’azzurro. Quando il colore è fresco sovrapponete tratteggi bianchi che saranno i punti luce.
Man mano che salite verso l’alto i tratteggi diventano più corti.
Per le ninfee abbiamo osservato da vicino quelle dipinte da Monet e ci siamo accorte che anche questa volta si tratta di veloci pennellate in apparenza confuse. I colori da usare sono il viola il bianco e una punta di rosso primario.

Eseguite i fiori tracciando 5/6 pennellate posizionate a raggera. Il movimento del pennello è punta-piatto, punta-piatto…

Come prima, i fiori più sono verso l’alto e più sono piccoli.

Nella parte alta diventano addirittura macchioline di colore…
Con il pennello sottile appena sporcato di giallo segnate i centri delle ninfee.
Ora la parte finale: i rami di salice piangente che fanno da cornice al laghetto.
Niente di difficile! Sono semplici linee verticali ondulate che partono dall’alto e procedono verso il basso.
Direi che siete arrivate alla fine! Aspettate che asciughi e per godere del vostro capolavoro mettetevi ad una distanza di almeno 3/4 metri.
Chissà cosa direbbe il signor Monet!?!
Al prossimo tutorial…
                                                       Laura e Folletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

26 commenti su “Come dipingere le ninfee di Monet…tutorial”