A proposito di acquerelli: quali scegliere. 4


A proposito di acquerelli: quali scegliere se siete alle prime armi o se solo volete dei consigli?

Con questo tutorial  provo in parte a rispondere a questa domanda e sfrutto l’occasione per darvi qualche dritta su dove acquistare.

Inizio subito col dirvi che la scelta finale su quali acquerelli comprare sarà soggettiva, vi servirà sperimentare a lungo prima di capire quale prodotto vi è più congeniale. In questo post vi parlerò però di una marca in particolare, così se vorrete partire da subito con un prodotto fantastico saprete da dove iniziare.

Eccoli, i favolosi acquerelli Schmincke. Tedeschi e perfetti!

Questi per quello che mi riguarda sono l’eccellenza assoluta, pregiati pigmenti con una qualità superlativa, sono senza alcun dubbio i miei preferiti. Ne esistono due serie: Akademie, la linea economica, ma comunque ottima e Horadam, la linea professionale con ben 140 tinte diverse (prima o poi riuscirò ad averle tutte). Credetemi se vi dico che sono meravigliosi.

Questi che ho utilizzato fanno parte di una confezione di 12 tubi da 5ml di Akademie che ho preso su un e-store nato da poco, ma che non ha nulla da invidiare agli storici siti che vendono prodotti per belle arti. Vi avevo detto che vi avrei dato qualche dritta su dove fare i vostri acquisti! Il sito si chiama www.momarte.com e vi sorprenderà per la varietà di scelta, ma soprattutto per i prezzi davvero competitivi. Lo sappiamo che i prodotti per belle arti hanno da sempre costi elevati, ma secondo me (e ho uno storico di acquisti online da fare invidia) su momarte si trovano prezzi davvero buoni e si possono fare affari niente male grazie alle frequenti promozioni che si trovano in home page.

Torniamo agli acquerelli!

Come vi dicevo gli Schmincke sono unici, con una quantità e una qualità di pigmento che li rende brillanti e resistenti alla luce e al tempo. Si trovano in commercio sia in godet o mezzi godet (la pastiglietta per intenderci) che in tubetto, acquistabili sciolti o in confezioni. Li uso entrambi e le caratteristiche non cambiano tra un formato e l’altro. Questa che vi mostro è una scatola da 12 colori che sono più che sufficienti per iniziare e per produrre una varietà notevole di tinte diverse.

Per mostrarveli ho pensato di realizzare una palette colori un po’ insolita (adoro creare palette colori e presto ve ne mostrerò alcune in un tutorial).

Sono partita dalla scelta della carta e tra le tante opzioni sono finita sulla Arches a grana fine grammatura 300 che potete trovare su Momarte alla voce carta per acquerello.

Seguendo l’ordine cromatico della confezione ho creato una palette molto classica usando un nastro adesivo per mascheratura molto sottile.

I colori appaiono immediatamente vibranti, intensi e davvero brillanti. Da una piccolissima porzione di acquerello si riesce a ricavare una discreta quantità di colore. La consistenza è densa e cremosa, ma immediatamente solubile.

Un colore alla volta ho creato la prima palette.

Poi ho iniziato a giocare con i colori creando mescolanze tra 2/3 tinte vicine tra loro. Con le tonalità ottenute ho dipinto delle foglie mantenendo l’ordine iniziale.

I colori si miscelano in modo perfetto e uniforme, non si separano e mantengono la loro brillantezza. Questo dipende non solo dai pigmenti usati dalla Schmincke, ma anche dalla formulazione del colore e dal tipo di gomma arabica naturale utilizzata come legante. Viene dalla parte meridionale del Sahara e l’azienda la testa ripetutamente per avere la certezza di utilizzare solo quella di migliore qualità.

In un secondo momento ho ripassato una parte delle foglioline per creare il movimento. Per farlo ho ripreso le tinte iniziali variando, rispetto alla prima preparazione, la quantità dei due o tre colori utilizzati.

Per finire, nello spazio rimasto del foglio, ho ricreato la palette ordinata, ma allungando il colore con l’acqua per testare la velatura degli acquerelli.

Anche qui niente da dire. La sfumatura mantiene inalterata la tinta che resta assolutamente meravigliosa!

Vi consiglio quando fate un lavoro di questo tipo di trascrivere il nome e il numero corrispondente ad ogni colore. Questo vi permette di trovare facilmente una tinta o di acquistarla singolarmente se l’avete finita. Su Momarte trovate anche la cartella colore della Schmincke che vi permette di scegliere con sicurezza quali acquerelli acquistare per rifornire la vostra gamma cromatica. La cartella colore la potete scaricare da QUI.

Questa la tavola finita…

Vi ricordo che nella sezione del mio blog TECNICHE PITTORICHE trovate molti altri tutorial per imparare ad usare gli acquerelli. Se invece avete voglia di un workshop con me, potete scrivermi per organizzarlo nella vostra città alla mail icoloridilaura@gmail.com

I prossimi corsi saranno a Milano il 13 e il 20 maggio e per i partecipanti un pensiero speciale offerto da momarte.com

Un abbraccio a colori…

                Laura

in collaborazione con


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti su “A proposito di acquerelli: quali scegliere.